News from VeniceBox

Post date: 2018-04-03

New VeniceBox collecting point near Rialto

VeniceBox collecting point is now closer to Rialto, still remaining in San Polo area, and can be reached in 15 minutes walk from Piazzale Roma or from the railway station.

  • Easier to find!
  • Closer to the hearth of Venice!

Post date: 2017-11-03

VeniceBox @ AO Hotel Network Day

VeniceBox will be presented at AO Hotels Network day on November 10th 2017 in Mestre (Venice).

Post date: 2017-07-31

Mostra del cinema a Lido 30/08-09/09

The 2017 edition of the famous "Mostra internazionale d'Arte cinematografica" will take place in Lido di venezia.
Take advantage of all the features of VeniceBox to reach Lido and enjoy this beautiful city!

Post date: 2016-09-01

VeniceBox is now ISIC partner

Post date: 2016-06-01

Biennale di Architettura

Biennale Giardini from 28-05-2016 to 27-11-2016

Post date: 2016-05-01

Ippolito Caffi

Museo Correr from 28-05-2016 to 20-11-2016

Post date: 2015-09-30

VENICEBOX IS EXPEDIA PARTNER!

VeniceBox is now an expedia partner, and is available on all Expedia group partners.

News from Venice

Post date: 2018-07-17

Estate ai Crociferi 2018: i giovedì nel chiostro dell’ex-Convento

Aperitivi musicali, dj set, concerti dal vivo e cinema all’aperto con i documentari di Internazionale: dopo il successo dello anno passato, torna  la rassegna di eventi settimanali che ogni giovedì fino al 20 settembre ci dà appuntamento nel chiostro dell’ex convento dei Crociferi e in Campo dei Gesuiti. Estate ai [...]

Aperitivi musicali, dj set, concerti dal vivo e cinema all’aperto con i documentari di Internazionale: dopo il successo dello anno passato, torna  la rassegna di eventi settimanali che ogni giovedì fino al 20 settembre ci dà appuntamento nel chiostro dell’ex convento dei Crociferi e in Campo dei Gesuiti.

Estate ai Crociferi, il programma

Il primo e il terzo giovedì del mese i Crociferi ospitano la rassegna “Mondovisioni”, una selezione di documentari su attualità, diritti umani e informazione curata da Cineagenzia in collaborazione con la rivista Internazionale.
Le proiezioni sono introdotte da talk che portano sul palco relatori di rilievo internazionale e da un aperitivo con dj set.

La seconda e la quarta settimana del mese sarà invece la volta degli aperitivi in Campo con concerti di band e giovani artisti della scena locale,  dal funk al blues, dalla cumbia al rap. 

 

Ingresso libero.

Post date: 2018-07-11

Motocicletta.L’architettura della velocità. Mostra sui bolidi a due ruote a Forte Marghera

Tra le iniziative progettate a Forte Marghera, per valorizzare e avvicinare il pubblico giovane all’arte contemporanea, si inserisce una mostra spettacolare aperta dal 9 Giugno al 28 Ottobre e dedicata a uno dei simboli più curiosi e attraenti del design del XX secolo: la motocicletta. Nel dopoguerra il Made in Italy [...]

Tra le iniziative progettate a Forte Marghera, per valorizzare e avvicinare il pubblico giovane all’arte contemporanea, si inserisce una mostra spettacolare aperta dal 9 Giugno al 28 Ottobre e dedicata a uno dei simboli più curiosi e attraenti del design del XX secolo: la motocicletta.

Nel dopoguerra il Made in Italy comincia a ottenere successo a livello internazionale e la motocicletta, connubio di tecnologia e creatività, sarà una delle punte di diamante della nostra industria. La moto diventa il testimone pulsante di quel fermento culturale che percorre l’Italia nel corso del Novecento e della spinta propulsiva in campo tecnologico, con la nascita di prodotti non solo altamente innovativi, ma anche di grande bellezza: un fenomeno di costume, simbolo di gioventù, libertà, coraggio e anticonformismo, tanto da diventare protagonista anche al cinema.

Pensata come una carrellata tra le più famose forme aerodinamiche del motociclismo italiano (con qualche incursione in ambito straniero), la mostra ha lo scopo di raccontare, attraverso le icone create dalle migliori industrie del nostro paese, come si è evoluto il concetto di design e di sicurezza in questo campo. Una grande esposizione sull’epopea delle due ruote italiane a motore, che dialogherà con il padiglione della Biennale Architettura a Forte Marghera.

 

Ingresso libero
Aperto tutti i giorni tranne il lunedì dalle 15.00 alle 22.00

Post date: 2018-07-02

VIII Festival organistico internazionale “Gaetano Callido”. Il programma dal 13 Luglio al 29 Settembre a Venezia

Torna anche quest’anno molto fitto il programma del VIII Festival organistico internazionale “Gaetano Callido” che dal 13 Luglio al 29 Settembre porta eccellenze internazionali della musica in varie chiese del centro storico di Venezia. Il programma.  Chiesa di San Trovaso – Venezia 13 luglio ore 21 Franz Hauk e Theona [...]

Torna anche quest’anno molto fitto il programma del VIII Festival organistico internazionale “Gaetano Callido” che dal 13 Luglio al 29 Settembre porta eccellenze internazionali della musica in varie chiese del centro storico di Venezia.

Il programma. 

Chiesa di San Trovaso – Venezia

13 luglio ore 21 Franz Hauk e Theona Chkeidze – organo e violino barocco (Germania – Georgia)

20 luglio ore 21 Alessandro Alonzi e Martina Parravano – organo e soprano

27 luglio ore 21 Concerto finale “Monteverdi Madrigal Week 2018”

3 agosto ore 21 Luca Scandali – organo

10 agosto ore 21 Ana Aguado – organo (Spagna)

 

Chiesa dei Carmini – Venezia

24 agosto ore 21 Franz Gunthner – organo (Germania)

7 settembre ore 21 Tommaso Mazzoletti ed Enea Luzzani – organo e flauto

 

Chiesa di San Polo – Venezia

14 settembre ore 21 Arturo Barba Sevillano – organo (Spagna)

 

Chiesa dei Gesuati – Venezia

21 settembre ore 21 Ubaldo Rosso e Nicolò Sari – flauto e organo

 

Chiesa di San Pantalon – Venezia

28 settembre ore 21 Inge Beck – organo (Danimarca)

 

Concerti del Vespro – Basilica di San Giorgio Maggiore – Venezia

8 settembre ore 17 Tommaso Mazzoletti ed Enea Luzzani – organo e flauto

15 settembre ore 17 Arturo Barba Sevillano – organo (Spagna)

22 settembre ore 17 Ubaldo Rosso e Nicolò Sari – flauto e organo

29 settembre ore 17 Inge Beck – organo (Danimarca)

 

L’ingresso è sempre libero

Post date: 2018-06-27

MIRANO SUMMER FESTIVAL 2018. Il programma.

Al motto di “We are Summer” dal 29 Giugno al 27 Luglio torna il Mirano Summer Festival. Come da una decina d’anni a questa parte, l’estate miranese non si ferma un attimo e porta agli impianti sportivi di via Cavin di Sala a Mirano tanta musica, buon cibo, voglia di far festa e eventi diversi [...]

Al motto di “We are Summer” dal 29 Giugno al 27 Luglio torna il Mirano Summer Festival.

Come da una decina d’anni a questa parte, l’estate miranese non si ferma un attimo e porta agli impianti sportivi di via Cavin di Sala a Mirano tanta musica, buon cibo, voglia di far festa e eventi diversi ogni sera. Mai come quest’anno l’Associazione Volare, col patrocinio del Comune di Mirano, si è impegnata per arricchire la line up del festival con nomi di spessore che animano le notti miranesi richiamando persone da tutta la terraferma.

PROGRAMMA COMPLETO, day by day: 

Giugno 2018

 29 VEN
PRESENTAZIONE MIRANO SUMMER FESTIVAL
ASCOLTA – POOH TRIBUTE BAND

30 SAB
LA MACCHINA DEL TEMPO IN TOUR


Luglio 2018

 01 DOM
THE ELTON SHOW – ELTON JOHN TRIBUTE

02 LUN
BALLANDO SOTTO LE STELLE – GERMANA

03 MAR
MISS CITTÀ MURATA

04 MER
RADIO 105 – LO ZOO DI 105

04 MER
SELEZIONE COORSAL MUSIC SUMMER CONTEST

05 GIO
RUMATERA

06 VEN
STEVE HACKETT, storico chitarrista dei Genesis

07 SAB
OI&B – ZUCCHERO CELEBRATION BAND

08 DOM
BARRACUDA – LIGABUE TRIBUTE BAND
SALVATORE RANIERI – IL CANTANTE DELLA SOLIDARIETÀ

09 LUN
TIMODÀ – MODÀ TRIBUTE BAND

10 MAR
80 CHE SPETTACOLO + FIORDALISO

11 MER
TORNADO RUN

11 MER
RTL 102,5 – FERNANDO PROCE E LE RAGAZZE DI NON È LA RAI

11 MER
SELEZIONE COORSAL MUSIC SUMMER CONTEST

12 GIO
BESAME – REGGAETON

13 VEN
SERGIO CORTES – MICHAEL JACKSON TRIBUTE BAND

14 SAB
DIAPASONBAND – VASCO TRIBUTE

15 DOM
ABBA SHOW – ABBA TRIBUTE BAND

16 LUN
LIVEPLAY – COLDPLAY TRIBUTE BAND

17 MAR
IL DIAVOLO E L’ACQUA SANTA

18 MER
RADIO COMPANY – OSPITE SAMANTHA FOX

18 MER
SELEZIONE COORSAL MUSIC SUMMER CONTEST

19 GIO
RIF RAFF – AC/DC TRIBUTE BAND

20 VEN
2^ EDIZIONE MISS MIRANO SUMMER FESTIVAL
SERATA HASHTAG CON GREGOR SALTO

21 SAB
PINK FLOYD TRIBUTE BAND

22 DOM
MAX PIANTA – RENATO ZERO TRIBUTO

23 LUN
LUCA FOFFANO – POP LIRICO

24 MAR
FREEWAY – SIGLE TV & CARTONI IN ROCK

25 MER
FINALE SELEZIONE COORSAL MUSIC SUMMER CONTEST

25 MER
SERATA 9.0 – STEREOCITTÀ CON OSPITE ICE MC

26 GIO
VELVET DRESS – U2 TRIBUTE BAND

27 VEN
NEGRITA

Post date: 2018-06-12

Marghera Estate 2018, tra musica made in Veneto e Cinema sotto le Stelle

Ormai un grande classico estivo, dal 4 Luglio torna Marghera Estate 2018 che tra musica e cinema ci accompagna durante tutti i mesi caldi nella consueta Arena di Piazza Mercato. Come da consolidata tradizione Luglio sarà il mese di concerti e degli spettacoli di cabaret con un programma che porta sul palco nomi importanti del panorama veneto e nazionale [...]

Ormai un grande classico estivo, dal 4 Luglio torna Marghera Estate 2018 che tra musica e cinema ci accompagna durante tutti i mesi caldi nella consueta Arena di Piazza Mercato. Come da consolidata tradizione Luglio sarà il mese di concerti e degli spettacoli di cabaret con un programma che porta sul palco nomi importanti del panorama veneto e nazionale oltre che la grande lirica, mentre Agosto sarà interamente dedicato al cinema al’aperto.

La musica. Dal 4 al 26 Luglio

3 Luglio. Trio Bobo composto dalla sessione ritmica degli Elio e le Storie Tese
4 Luglio. Sul palco vincitori del contest della Hybrid Music (primo concorso musicale che si è svolto nella sala prove del Comune di Venezia)
5 Luglio. 
Paura Stail, cover band dei Pitura Fresca sul palco con Furio
6 Luglio. “Al Chiaro di Luna”, spettacolo portato in scena dal Teatro La Fenice
7 Luglio. storSul palco la storica band del beat veneziano “Gli Amici”
11 Luglio. 
Batistoco, band locale che ha deciso di sposare il dialetto veneziano coi ritmi del Caribe
12 Luglio. 
DOLiWOOD e le loro parodie in dialetto e a seguito la musica dei John see a day
13 Luglio. Il Nabucco portato in scena dalla Filarmonica del Veneto.
17 Luglio. Rock Blues Society, band voluta dal blues-man veneziano Guido Toffoletti nel lontano 1976
18 Luglio. Silverado la coutry-band italiana più popolare nell’ambito della musica targata made in USA
19 luglio. Los Massadores e la loro musica bi-folk, ovvero musica popolare a chilometri zero
20 Luglio. “La vedova allegra” operetta della Filarmonica del Veneto
26 Luglio. Rumatera e il loro punk veneto, aperti da Herman Medrano.

Il cinema. Agosto sotto le stelle

Il grande cinema scende in piazza: come ogni anno la rassegna cinematografica 2018 prevede la proiezione delle pellicole di maggior successo e qualità artistica uscite in sala nell’inverno dell’anno precedente. Un occhio di riguardo rivolto al cinema per ragazzi che ogni mercoledì rinnova una proposta di richiamo per tutta la famiglia. Sarà anche il luogo di Esterno Notte, il decentramento della Mostra del Cinema con un ricco programma di proiezioni di film delle passate edizioni.

 

 

Post date: 2018-05-31

Renzo Piano, Progetti d’Acqua ai Magazzini del Sale a Venezia

16 progetti selezionati da Renzo Piano che raccontano le architetture accomunate dal loro rapporto con l’elemento acqua: fino al 25 Novembre ai Magazzini del Sale di Venezia sarà visitabile “Progetti d’Acqua”, mostra realizzata dalla Fondazione Emilio e Annabianca Vedova, presieduta da Alfredo Bianchini e curata da Fabrizio Gazzarri in occasione del [...]

16 progetti selezionati da Renzo Piano che raccontano le architetture accomunate dal loro rapporto con l’elemento acqua: fino al 25 Novembre ai Magazzini del Sale di Venezia sarà visitabile “Progetti d’Acqua”, mostra realizzata dalla Fondazione Emilio e Annabianca Vedova, presieduta da Alfredo Bianchini e curata da Fabrizio Gazzarri in occasione del decennale dei lavori al Magazzino del Sale, realizzati col generoso e prezioso progetto dell’architetto nel 2008, poco tempo dopo la scomparsa dell’amico Emilio Vedova.

Le opere, costruite in luoghi molto diversi dal 1960 al 2017, vogliono ma­nifestare la singolarità di ogni progetto e la sua capacità di adeguarsi al contesto rispettandone le differenze storiche, culturali e ambientali.

Grazie al lavoro di “messa in scena”, progettato e realizzato da Studio Azzurro,  attraverso proiezioni su 8 grandi schermi trasparenti sorretti dalle navette robotizzate ideate da Piano per movimentare le grandi tele di Emilio Vedova, i visitatori potranno attraversare un ambiente visivo in continuo movimento in cui disegni, progetti, immagini e filmati si alternano e si muovono accompagnati dal “paesaggio sonoro” realizzato da Tommaso Leddi, compiendo un vero e proprio viaggio tra le architetture di Renzo Piano.

Da Venezia il viaggio continua in altri luoghi, come Atene, Oslo, Londra, Genova, Parigi, New York per concludersi di nuovo a Venezia alla Fondazione Vedova.

 

INFO UTILI.

Aperto dalle 10.30 alle 18.00 (ultimo ingresso ore 17.30)
Chiuso lunedì e martedì.
Biglietti: 8€, ridotto 4€ o 6€

Post date: 2018-05-24

BORGHI OF ITALY / #NO(F)EARTHQUAKE. Evento collaterale alla 16. Biennale Architettura

In linea con il tema “Freespace” della Biennale Architettura 2018 apre il 26 Maggio anche il “BORGHI of ITALY – #NO(F)EARTHQUAKE”, progetto promosso dal CEA – Concilio Europeo dell’Arte che si dedica alla rivitalizzazione dei borghi italiani proponendo una riflessione sulla gestione del rischio sismico del patrimonio architettonico e monumentale [...]

In linea con il tema “Freespace” della Biennale Architettura 2018 apre il 26 Maggio anche il “BORGHI of ITALY – #NO(F)EARTHQUAKE”, progetto promosso dal CEA – Concilio Europeo dell’Arte che si dedica alla rivitalizzazione dei borghi italiani proponendo una riflessione sulla gestione del rischio sismico del patrimonio architettonico e monumentale italiano.

L’esposizione, che nasce presso l’esclusiva location InParadiso Art Gallery all’entrata dei Giardini della Biennale, racconta i casi di 5 borghi italiani divenuti luoghi-simbolo del terremoto: Venzone (terremoto in Friuli Venezia Giulia, 1976), San Felice Sul Panaro (terremoto in Emilia Romagna, 2012), Auletta (terremoto in Irpinia, 1980), Amatrice e Civita di Bagnoregio (terremoto in Centro Italia, 2016), ponendosi come obiettivo la sensibilizzazione della società sulla conservazione del patrimonio e il tema della resilienza quale rilancio e ricostruzione dei territori.
Il percorso si arricchisce di un’opera site specific all’interno dello spazio espositivo dell’artista Marco Guglielmi e nei mesi autunnali di conferenze e simposi; in conclusione al percorso espositivo il progetto inedito ”BorgoAlive!” del CEA che, assumendo così un ruolo attivo in Italia, espone al pubblico le Best Practices per la rivitalizzazione e attivazione dei bei borghi del nostro Paese in collaborazione con le comunità locali e le istituzioni.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino a Domenica 26 Novembre 2018.
INFO UTILI.
ORARI: 10.00 – 18.00 (chiuso il lunedì)

Post date: 2018-05-23

BIENNALE ARCHITETTURA 2018

Inaugurerà sabato 26 Maggio la 16. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia dal titolo FREESPACE. Curata da Yvonne Farrell e Shelley McNamara e presieduta da Paolo Baratta, la mostra resterà visitabile tra Giardini e Arsenale fino al 25 Novembre 2018. «La volontà di creare FREESPACE può risultare in modo specifico come caratteristica propria di [...]

Inaugurerà sabato 26 Maggio la 16. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia dal titolo FREESPACE.
Curata da Yvonne Farrell e Shelley McNamara e presieduta da Paolo Baratta, la mostra resterà visitabile tra Giardini e Arsenale fino al 25 Novembre 2018.

«La volontà di creare FREESPACE può risultare in modo specifico come caratteristica propria di singoli progetti. Ma Spacefree spacepublic space possono anche rivelare la presenza o l’assenza in genere dell’architettura, se intendiamo come architettura il pensiero applicato allo spazio nel quale viviamo e abitiamo. E la Mostra ci darà esempi, insegnamenti e motivi di discussione. E noi siamo grati a Farrell e McNamara per avere accettato il nostro invito e per la loro coraggiosa scelta che arricchisce con un anello importante la catena delle Mostre tenute in questi anni.» Così spiega il Presidente Baratta sottolineando come questa edizione ponga al centro dell’attenzione la questione dello spazio, della qualità dello spazio, dello spazio libero e gratuito.

LA MOSTRA.
La Mostra FREESPACE si articolerà tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l’Arsenale, includendo 71 partecipanti a cui saranno affiancati quelli raccolti in due sezioni speciali: “Close Encounter, meetings with remarkable projects” la prima con lavori che nascono da una riflessione su progetti noti del passato;”The Practice of Teaching”  la seconda che accoglierà lavori sviluppati nell’ambito dell’insegnamento.

“Per noi l’architettura è la traduzione di necessità – nel significato più ampio della parola – in spazio significativo. Nel tentativo di tradurre FREESPACE in uno dei tanti splendidi linguaggi del mondo, speriamo che possa dischiudere il ‘dono’ che l’invenzione architettonica ha la potenzialità di elargire con ogni progetto. La traduzione ci permette di mappare e di rinominare il territorio intellettuale e quello vero. La nostra speranza è che la parola FREESPACE ci permetta di sondare le aspirazioni, le ambizioni e la generosità dell’architettura.» hanno dichiarato le Curatrici.

PROGETTI SPECIALI.
Sono due, il primo a Forte Marghera a Mestre, sempre a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara, e consiste in un’installazione degli architetti Sami Rintala e Dagur Eggertsson realizzata anche per ospitare alcune manifestazioni in programma a Forte Marghera.

Il secondo è il Progetto Speciale al Padiglione delle Arti Applicate presso le Sale d’Armi dell’Arsenale che si interroga sul futuro del social housing presentando un frammento del complesso di case popolari, Robin Hood Gardens, che fu progettato da Alison e Peter Smithson nell’East London e completato nel 1972. Resa possibile grazie alla collaborazione della Biennale con il Victoria and Albert Museum di Londra che si rinnova per il terzo anno consecutivo, la mostra è a cura di Christopher Turner e Olivia Horsfall Turner.

 

 

 

INFO UTILI.
Chiuso il lunedì (escluso lunedì 28 maggio, 13 agosto, 3 settembre e 19 novembre)
ORARI: 10.00 – 18.00 (ultimo ingresso alle 17.45) – Venerdì e sabato fino al 29.09: 10.00 – 20.00  (ultimo ingresso alle 19.45)
Biglietto: 25€ valido per un ingresso ai Giardini e un ingresso all’Arsenale, Riduzioni consultabili nel sito.

 

Post date: 2018-05-05

Architettura immaginata. Disegni dalle raccolte della Fondazione Cini fino al 17 Settembre

Un nuovo appuntamento per il grande pubblico, un’occasione per conoscere un aspetto finora in parte sconosciuto delle grandi collezioni della Fondazione Giorgio Cini, di cui la casa museo costituisce una vitale e affascinante cornice. Questo, tra gli altri, lo scopo di Architettura Immaginata mostra che dal 20 aprile al 17 settembre sarà [...]

Un nuovo appuntamento per il grande pubblico, un’occasione per conoscere un aspetto finora in parte sconosciuto delle grandi collezioni della Fondazione Giorgio Cini, di cui la casa museo costituisce una vitale e affascinante cornice.
Questo, tra gli altri, lo scopo di Architettura Immaginata mostra che dal 20 aprile al 17 settembre sarà visitabile presso la Galleria di Palazzo Cini a San Vio; una mostra, questa, che unisce in maniera originale la bellezza del disegno alle catturanti architetture dell’inganno, mettendo in risalto, attraverso l’esposizione di un centinaio di disegni, la ricchezza della raccolta Antonio Certani della Fondazione Giorgio Cini, eccezionale collezione di oltre 5.000 disegni acquisita da Vittorio Cini nel 1962, che raccoglie molti generi e numerosi esponenti della celebre scuola bolognese dal Cinque all’Ottocento. Grazie ad Assicurazioni Generali, main partner della Galleria fin dalla sua riapertura nel 2014 e da molti anni sostenitore istituzionale della Fondazione Cini, la stagione espositiva sarà aperta al pubblico fino al 19 novembre 2018.
Curata da Luca Massimo Barbero, Direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini, e dagli studiosi dell’Istituto stesso, la mostra condurrà il visitatore in un viaggio affascinante tra disegni legati all’architettura illusiva e di ornato: quadrature, sfondati, prospettive, scenografie e campionari di oggetti come cartouches, vasi ornamentali ed elementi decorativi che spesso ornano le architetture dipinte, talmente visionari e curiosi da rappresentare quasi le radici del design.

Post date: 2018-05-02

VAN GOGH EXPERIENCE: dal 2 Giugno la mostra multimediale arriva a Venezia

Immergersi completamente nelle opere e nel mondo di un artista lasciandosi travolgere e trasportare in un viaggio virtuale alla scoperta del pittore, dell’artista, dell’uomo, in questo caso Vincent Van Gogh. Inaugurerà il 2 giugno a Palazzo Giustinian Faccanon la grande mostra multimediale dedicata all’artista olandese. Per la prima volta a Venezia “La [...]

Immergersi completamente nelle opere e nel mondo di un artista lasciandosi travolgere e trasportare in un viaggio virtuale alla scoperta del pittore, dell’artista, dell’uomo, in questo caso Vincent Van Gogh.

Inaugurerà il 2 giugno a Palazzo Giustinian Faccanon la grande mostra multimediale dedicata all’artista olandese. Per la prima volta a Venezia “La vita e le opere di Van Gogh” saranno presentate da Multimedia Experience, mostra multimediale che sarà visitabile fino al 30 settembre 2018. La curiosità del grande pubblico, sulla vita e sulle opere di Van Gogh non accenna a diminuire, malgrado le tante esposizioni di opere originali provenienti da Musei prestatori di tutto il mondo o dal Rijksmuseum Vincent Van Gogh di Amsterdam. Straordinaria la forza evocativa della colonna sonora realizzata dal maestro Marcello Cesena, diffusa da un impianto Dolby Surround di ultima generazione; eccezionale l’impatto visivo delle 700 immagini della mostra e delle ricostruzioni in 3D.

Sarà impossibile non carpire a pieno il senso dei pensieri di Van Gogh e i suoi stati d’animo perché le sue opere prenderanno vita in vividi dettagli, in un percorso video della durata di oltre un’ora, durante il quale sarà possibile farsi coinvolgere da un’esperienza artistica, stando in piedi o sdraiati a terra, diventando parte integrante del quadro.

 

INFO UTILI.
Apertura: giorni feriali da lunedì a giovedì e domenica dalle 10.00 alle 21.00 / venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30
Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura
Ingresso: intero 15€, ridotto 12€

Post date: 2018-04-26

Dal 31 Marzo a Palazzo Zaguri

“Venice Secrets, Crime and Justice” in mostra dal 31 Marzo a Palazzo Zaguri Palazzo Zaguri presenta al pubblico la Mostra “Venice Secrets, Crime and Justice” – dal 31 marzo 2018 a Venezia. Una mostra epocale che racconta con reperti unici e suggestive ricostruzioni i lati oscuri della storia di Venezia attraverso il [...]

“Venice Secrets, Crime and Justice” in mostra dal 31 Marzo a Palazzo Zaguri

Palazzo Zaguri presenta al pubblico la Mostra “Venice Secrets, Crime and Justice” – dal 31 marzo 2018 a Venezia.
Una mostra epocale che racconta con reperti unici e suggestive ricostruzioni i lati oscuri della storia di Venezia attraverso il tema della giustizia, sfatando miti e
antimiti di una delle realtà storiche più longeve nel panorama europeo e per molti aspetti all’avanguardia.
Il percorso espositivo è suddiviso in quattro sezioni: l’indagine e la tortura, carceri e carcerati, le esecuzioni capitali, l’inquisizione tra miti e leggende.
Le trentasei sale espositive offriranno l’opportunità di visionare centinaia di strumenti di tortura e di morte, decine di quadri, vestiti d’epoca e libri antichi, il
tutto esposto al mondo per la prima volta e proveniente da biblioteche, musei e collezioni private italiane e straniere.
Esperti hanno ricostruito delle celle dell’inquisizione e un teatro anatomico con cadaveri plastinati a ricordo di come i giustiziati venivano usati per la scienza.
Studiosi internazionali e scrittori famosi hanno lavorato per narrare e far rivivere le grandi tragedie come quelle del Doge Marin Falier o del Conte di
Carmagnola, i libertini Lorenzo Da Ponte e Giacomo Casanova che frequentavano Ca’ Zaguri. Non solo gli allucinanti spettacoli delle condanne a
morte e le infernali pene inflitte, ma anche le numerose fantasie popolari come il povero Fornareto o il mostro Biagio Luganegher.
Oltre le storie presenti anche i segreti delle magistrature che componevano l’articolata struttura dello Stato. Ampio spazio è dedicato al Sant’Ufficio attraverso
numerosi esempi: dallo scontro tra la Repubblica di Venezia e la Santa Sede, alle figure del Frate Servita Paolo Sarpi, il filosofo Giordano Bruno e la cortigiana
Veronica Franco.
Aperto tutti i giorni, da lunedì a domenica, dalle ore 10.00 alle ore 21.00.

Info su www.venicesecrets.net

Post date: 2018-04-07

Una fornace a Marsiglia. Dal 9 Aprile a Le Stanze del Vetro e Fondazione Querini

Una selezione di opere del Cirva che tentano di evidenziare i momenti salienti della creazione da parte di artisti e designer che si sono confrontati con il vetro in questi trent’anni di residenze. Questo è ciò attorno cui ruota la mostra in due sezioni che apre il 9 aprile 2018 a [...]

Una selezione di opere del Cirva che tentano di evidenziare i momenti salienti della creazione da parte di artisti e designer che si sono confrontati con il vetro in questi trent’anni di residenze.

Questo è ciò attorno cui ruota la mostra in due sezioni che apre il 9 aprile 2018 a Le Stanze del Vetro. “Una fornace a Marsiglia - Centro Internazionale di Ricerca sul Vetro e le Arti plastiche/Cirva” è il progetto ideato da Fondazione Giorgio Cini e Pentagram Stiftung, che si evolve tra Le Stanze del Vetro, per l’appunto, e la Fondazione Querini Stampalia. 17 artisti e due capitoli della mostra, curati entrambi da Isabelle Reiher, direttrice del Cirva di Marsiglia, e da Chiara Bertola, responsabile per l’arte contemporanea della Querini.

Esposizione: Le Stanze del Vetro

In particolare, a Le Stanze del Vetro verrà presentata la storia del Cirva 
con gli artisti e le opere che hanno formato una parte importante della sua collezione: Larry Bell, Lieven de Boeck, Pierre Charpin, Erik Dietman, Tom Kovachevich, Giuseppe Penone, Jana Sterbak, Martin Szekely, Bob Wilson e Terry Winters. L’esposizione chiuderà il 29 luglio.

Esposizioni: Fondazione Querini Stampalia

Alla Fondazione Querini Stampalia, negli spazi contemporanei del terzo piano, 
verrà presentato invece il lavoro di otto artisti: Dove Allouche, James Lee Byars, Giuseppe Caccavale, Hreinn Fridfinnsson, Philippe Pareno, Francisco Tropa, Remo Salvadori, Jana Sterbak. L’esposizione chiuderà il 24 giugno.

Post date: 2018-03-22

Le foto di FULVIO ROITER in mostra fino al 26 Agosto ai Tre Oci

A due anni dalla sua scomparsa, una retrospettiva profonda ed emozionante sul grande fotografo veneziano  Fulvio Roiter in mostra fino al 26 Agosto alla  Casa dei Tre Oci. 200 fotografie, la maggior parte vintage, che accompagnano dale 1948 al 2007 la vita e i viaggi di Roiter in quella che si presenta come la [...]

A due anni dalla sua scomparsa, una retrospettiva profonda ed emozionante sul grande fotografo veneziano  Fulvio Roiter in mostra fino al 26 Agosto alla  Casa dei Tre Oci.

200 fotografie, la maggior parte vintage, che accompagnano dale 1948 al 2007 la vita e i viaggi di Roiter in quella che si presenta come la più completa monografica mai realizzata sull’autore e la prima dopo la sua recente scomparsa, il 18 Aprile 2016. Un omaggio e un ricordo che la Casa dei Tre Oci ha voluto dedicare al fotografo che più di ogni altro ha legato l’immagine di Venezia al proprio nome.

La mostra promossa dalla Fondazione di Venezia in partenariato con Città di Venezia e curata da Denis Curti, è stata resa possibile grazie al prezioso contributo della moglie Lou Embo; le opere in esposizione fanno emergere tutta l’ampiezza e l’internazionalità del lavoro di Fulvio Roiter, collocandolo tra i fotografi più significativi dei nostri giorni. Partendo dalle origini e dal caso che hanno determinato i primi approcci di Roiter alla fotografia, nel pieno della stagione neorealista, di cui il fotografo veneziano ha ereditato la finezza compositiva, il percorso racconta gli immaginari inediti e stupefacenti che rappresentano Venezia e la laguna, ma anche i viaggi a New Orleans, Belgio, Portogallo, Andalusia e Brasile. L’allestimento si arricchisce di videoproiezioni, ingrandimenti spettacolari e una ventina di libri originali, che, oltre a visualizzare in pagina l’opera di Roiter, restituiscono anche la vastità di contributi critici dei tanti autori che hanno scritto sul suo lavoro, tra cui Andrea Zanzotto, Italo Zannier, Alberto Moravia, Ignazio Roiter, Fulvio Merlak, Gian Antonio Stella, Roberto Mutti, Giorgio Tani, Enzo Biagi.

 

Ingresso: 12€
Ridotto: 10€

Aperto tutti i giorni tranne il martedì dalle 10 alle 19